Produzione artistica

Esperienze

  • Ha svolto attività di ripresa per privati, aziende, editori, istituzioni culturali internazionali, università, ONLUS.
  • Si è occupato della creazione e della gestione di archivi fotografici per enti e università.
  • Ha realizzato allestimenti per l’arredamento con sue immagini di grande formato.
  • Ha avuto rapporti di lavoro come acquirente di immagini con le principali agenzie fotografiche italiane.
  • Ha trattato l’acquisizione di diritti fotografici con importanti musei stranieri.
  • Ha fondato nel 2003, con Enrica Viganò, la casa editrice specializzata in fotografia Admira Edizioni, pubblicando Mario Giacomelli. La collezione della Città di Lonato, Milano, 2003.
  • Ha curato scenografie teatrali con proprie immagini per il Filodrammatici di Milano.
  • Ha curato l’allestimento di mostre nell’ambito della Biennale del Cinema di Venezia 2005.
  • Tiene lezioni e seminari nelle scuole superiori università sul proprio lavoro fotografico.
  • Svolge il lavoro di photo-editor per progetti di volumi fotografici e per allestimento di mostre di altri autori.
  • Ha svolto una consulenza per la Provincia di Genova sul tema della comunicazione urbana attraverso la pubblicità discriminante nei confronti delle donne.
  • Nel 2010 ha fondato IChOme fotografia contemporanea sostenibile a Milano, un marchio e un nuovo concetto per il mercato della fotografia d’autore.
  • Ho tenuto diversi corsi di formazione basati sulla fotografia come metafore narrativa e percettiva, sia ad aziende sia a gruppi di professionisti in ambito ospedaliero.

 

Attività artistica

  • La fase iniziale di riprese documentarie che ha interessato i beni culturali e paesaggistici del suo territorio, specialmente prima del sisma del 1980, è confluita nella prima esposizione personale in bianco-nero Architetture disegnate del 1986, dedicata all’astrazione architettonica, privilegiando l’uso del teleobiettivo. Ha presentato per “Genova 2004” un progetto di fotografia e testi sul tema del viaggio, composto di proprie immagini di architettura accompagnate da brani dell’Odissea, dal titolo: Odissea minima. Il progetto è stato scartato dall’organizzazione di quell’evento ma è stato successivamente prodotto nel 2006 dalla Provincia di Avellino e patrocinato dall’Università Federico II di Napoli, Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea Magistrale in Filologia, Letterature e Civiltà del Mondo Antico. Del 2011 è il quinto allestimento della mostra.
  • Il successivo percorso creativo ha portato l’autore ad indagare maggiormente i volumi, le linee e la luce dell’architettuta mediterranea (Italia, Francia, Spagna, Turchia, Marocco, Algeria) ed è confluito nelle varie edizioni della mostra Bianco Mediterraneo e nelle succesive mostre Marocco! esposta a Roma con la partecipazione del consolato del Marocco e Frammenti metaurbani.
  • Parallelamente, ha sviluppato la ricerca dal titolo Pubblicittà, sull’impatto della pubblicità nel contesto urbano, dalla quale è presto derivata quella più imponente sull’immagine della donna in pubblicità, dal titolo Chi è il maestro del lupo cattivo? esposta al pubblico per la prima volta a novembre 2004 e giunta nel 2016 alla 22ma edizione. Dalla ricerca è nato anche l’omonimo libro.
  • Ha sviluppato il tema dell’accostamento tra fotografia e mitologia, con la mostra Le dodici fatiche di Carrara, con immagini delle cave di marmo di Carrara, presentata al festival internazionale di fotografia di Cesano Maderno Foto & Photo nel 2003.
  • Ha pubblicato per Admira il libro monografico di fotografie d’arte Capri! La foglia e la pietra, Milano 2006, pp.176, 119 foto b/n.
  • Ha realizzato un progetto di comunicazione artistica sulla tematica ecologista del riciclo dei rifiuti urbani confluita nella mostra Ri-Ciclo esposta per la prima volta al Life Gate Café di Milano a marzo 2006 e giunta nel 2016 alla 11ma edizione con la serie Finis Mundi sul riciclo delle apparecchiature elettriche ed elettroniche.
  • Ha prodotto e curato la regia insieme a Francesco Puccio degli spettacoli La donna e l’uva andato in scena il 6 agosto 2006 nell’ambito del Festival Le corti dell’arte di Cava de’ Tirreni, presentando suoi brani poetici appositamente composti associati ad immagini fotografiche dell’omonima ricerca e Il boa, 6 marzo 2009, sempre a Cava de’ Tirreni.
  • Sta sviluppando la sceneggiatura teatrale del progetto per immagini,  testi, musica e danza dal titolo Il parco-non-giochi dedicato al tema della perdita dello spazio del gioco per i bambini nelle guerre e nelle migrazioni, presentato in anteprima a Roma il 16/5/07 nella Festa Nazionale del Gioco, organizzata dall’Arci Ragazzi.
  • Ha esposto in differenti edizioni le ricerche:  Mare clandestino, Peppino Impastato Antichissimo fiore, Piccolo marocco, Scarperò(m).
  • Ha in corso le ricerche: La città cattiva, L’arca di Mosè, La prua, Ritrattissimi, Mano d’opera, La storia dell’uomo che è partito e non è mai arrivato e delle scarpe che hanno continuato il viaggio al posto suo,  Un fiore di città, Antiquum exquirite oculum, La mia faccia di donna: la rivoluzione è finita.
  • Ha curato per molti anni lo sviluppo e la stampa delle proprie immagini in bianco e nero. Attualmente, si affida ai più qualificati laboratori di stampa di Milano, richiedendo sempre stampe da collezione.
  • Sue foto, cedute in tiratura massima di 5, sono conservate in collezioni pubbliche e private.
  • E’ autore di testi poetici e teatrali sui suoi lavori fotografici.

 

Produzione in piccolo formato

YELLOW BOX

YELLOW BOX è un progetto ICHOME creato nel 2016 per diffondere la fotografia d’autore fuori dai tradizionali ed esclusivi circuiti del mercato ufficiale, collocandosi pienamente nel progetto di fotografia contemporanea sostenibile da me messo a punto. Le piccole opere sono esposte in un bellissimo box giallo di plexiglass, sono stampate su carta fotografica professionale, numerate singolarmente (tiratura massima 10 copie) e firmate sul retro. L’immagine ha il formato di 6 x 6 cm ed è impreziosita dai passepartout (formato esterno 23 x 23 cm) di cartoncino da conservazione museale, frutto della collaborazione solidale con Ermes Miceli.Un segno di sostenibilità in cui l’artista va incontro al pubblico mettendo a disposizione le sue opere migliori a una quotazione che sia davvero alla portata di tutti. Le opere sono disponibili anche per regali aziendali e speciali regali di nozze sia per gli sposi, sia per gli invitati, come bomboniere davvero originali e uniche. Sono attualmente in vendita direttamente presso il mio studio in Napoli. 

(clicca per vedere i cartoncini montati)


LE FORMELLE

Le formelle sono fotografie da collezione realizzate su carta fotografica e successivamente montate su un telaio prodotto a mano, con ben 22 fasi di lavorazione. Il formato è fisso: 30 cm di base x 25 cm di altezza. Le formelle presentano la superficie protetta da un film idoneo alla conservazione e sono numerate e firmate sul retro. La nota “esaurita”  indica che quella specifica formella, realizzata cioè con quell’immagine, non è più disponibile. Lo stesso soggetto può essere stampato solo con differenti allestimenti (cioè non come formella) in tiratura massima di altri 3 esemplari.

(clicca per vedere LE FORMELLE)

 

Produzione da collezione in tutti i formati

 

La produzione di Ico Gasparri mantiene le sue caratteristiche di Fotografia contemporanea sostenibile anche sugli altri formati, rendendo la produzione di più facile accesso dal punto di vista economico, lasciando inalterati i valori artistici e di conservazione.
(clicca per le opere da collezione)

 

Acquisti

Per acquisti di opere di qualunque formato e preventivi per allestimenti particolari si prega di contattare direttamente l’autore tramite la e-mail ico.gasparri@ichome.it.

Grazie.

 

 

 

Condividi:
Bulk Email Sender
Copyright © Ico Gasparri - IChOme 2011 - P IVA 05561670968 - credits